I progetti‎ > ‎

HealdyS

stato: finito

Inizio: febbraio 2018

Domanda di ricerca: Auser

Ricercatori: Andrea Guazzini, Studente: Sara Panerai (tirocinio)

Ricerca: Sviluppo di un app con  attività volte a favorire il buon mantenimento delle funzioni cognitive

Fine:  Luglio 2018 


Descrizione:

L’associazione Auser Follonica, attraverso lo sportello della scienza a Febbraio 2018 ha preso per la prima volta contatto con la realtà dei science shop. In seguito, sono stati organizzati una serie di incontri attraverso i quali la rappresentate Auser, il presidente Loria Picci, ha sollevato il bisogno di avviare un progetto che fosse rivolto alla popolazione, soprattutto quella over 65, attraverso il quale fosse possibile coinvolgere le persone in attività volte a favorire il buon mantenimento delle funzioni cognitive. A tal scopo, si è ipotizzato di poter creare un'App in grado di attrarre i cittadini verso il suo utilizzo e verso la partecipazione alle iniziative promosse grazie alle sue peculiari caratteristiche di piattaforma ludica, anonima ed user friendly capace di stimolare nei suoi utenti il soddisfacimento di bisogni identitari e di appartenenza. Gli utenti dell’applicazione, partecipando alle iniziative promosse, avrebbero così la possibilità di percepirsi come cittadini attivi il cui ruolo è indispensabile per la comunità alla quale appartengono. L’applicazione inoltre si è posta anche lo scopo di rispondere alle esigenze comunitarie di maggiore attualità ed urgenza, mirando a promuovere la resilienza delle comunità attraverso la creazione di servizi gratuiti volti all’integrazione dei classici sistemi di welfare nazionale, i quali, non riuscendo più ad intercettare in maniera tempestiva i bisogni espressi da certe parti della popolazione considerate a rischio, come per esempio la sempre più numerosa popolazione degli anziani, non riescono a promuovere in maniera efficiente il benessere bio-psico-sociale dei singoli cittadini. 

 L’Università degli studi di Firenze, dopo aver analizzato la proposta alla luce della fattibilità della richiesta e delle competenze disponibili, ha convocato i proponenti e i propri ricercatori, organizzando incontri e discussioni dal vivo e in rete, per raffinare la proposta, estendere la platea delle persone interessate, capire quali strumenti usare. La ricerca comunque sarà effettuata da un team di ricercatori, chiamato a partecipare al lavoro, ovviamente sotto la guida e la responsabilità scientifica di un ricercatore. Al termine di questi incontri preliminari, è stato designato il referente tecnico della ricerca, il dottore Andrea Guazzini (Ricercatore Legge 240/10 a tempo determinato; afferente al Dipartimento di Scienze Formazione e Psicologia M-PSI/05 - Psicologia sociale) con l’incarico di supervisionare il progetto e di formare un team di ricercatori).

Il dottor Guazzini, una volta accettato l’incarico, ha costituito per lo scopo un team che si occupasse della creazione e dell’implementazione della app e della validazione degli strumenti volti all’ assessment neuropsicologico e psicologico. In particolare, il team è costituito da Mirko Duradoni, dottorando in Ingegneria della Comunicazione, da Federica Stefanelli e Enrico Imbimbo, anch’essi dottorandi afferenti al Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia (i.e., SCIFOPSI) e da Sara Panerati PHD candidate e laureata in Psicologia. Il team, elaborando le richieste avanzate dall’Associazione Auser ha stilato un draft del progetto che è stato condiviso con la presidente Auser Follonica, al fine di renderla edotta circa l’andamento del progetto. 

In data 7 Luglio 2018, in collaborazione con l’Associazione Caffè Scienza di Firenze e l’associazione Auser Follonica, è stato organizzato un incontro aperto al pubblico volto a far conoscere e promuovere l’applicazione alla popolazione, con particolare riferimento agli iscritti del centro Auser Follonica . In questa occasione sono intervenuti due docenti afferenti all’Università di Firenze, Andrea Peru (Professore associato Dipartimento di Neuroscienze, Area del Farmaco e Salute del Bambino (NEUROFARBA) M-PSI/01 - Psicologia generale) e Giorgio Gronchi (Docente a contratto Dipartimento di Neuroscienze, Psicologia, Area del Farmaco e Salute del Bambino; M-PSI/01) i quali hanno illustrato a scopo divulgativo nozioni relative al funzionamento e al declino cognitivo. Durante tale evento, inoltre, è stata presentata la app HealdyS alla popolazione che ha potuto in questo frangente testare la app e il suo funzionamento.

http://www.caffescienza.it/programma-2017-2018/memoria


Comments